Cosa sono i rosoni

I Rosoni

Possiamo iniziare questo articolo dicendo che il rosone altro non è che un finestrone decorativo che veniva applicato nella maggior parte nelle chiese di stile romano e gotico. Il rosone si presenta come una vetrata tonda che di solito è presente nell’asse della navata principale. A volte possiamo trovare questa finestra anche nelle navate secondarie. Vista la sua figura tonda, nel tempo i mastri vetrai hanno potuto creare delle vere e proprie opere d’arte. Il rosone ebbe la sua massima diffusione nella seconda metà del XII secolo in tutta l’Italia settentrionale. Possiamo dire che fino a pochissimi decenni fa questa finestra decorata rientrava tra gli allestimenti di moltissime chiese della regione Lazio e Umbria.

Il rosone ha una forma di una ruota vera e propria infatti possiamo trovare anche dei raggi che poi suddividono i vari simboli.Stando alle notizie degli esperti il rosone simboleggiava nell’antica Roma la ruota della fortuna. Ogni elemento di una cattedrale gotica aveva un significato. Persino l’effetto della luce che si riversava attraverso il vetro colorato non era semplicemente decorativo. Lo stesso vale per i rosoni. Il loro simbolismo sta nella geometria e il senso che molte parti formano un tutt’uno. Quando li studi, inizi a capire che i rosoni sono fatti di forme geometriche. Hanno un numero specifico di forme radianti, suddivisioni di forme più piccole e talvolta più divisione nel numero di archi o altre forme. Ogni elemento ha un grado di significato. Qualunque sia lo stile della finestra, tutti gli elementi si uniscono in un unico design coesivo, l’intero reale e simbolico. Pensa all’importanza di numeri specifici rappresentati nella Bibbia. Ad esempio, a volte le finestre hanno dodici sezioni o raggi, che potrebbero riguardare i dodici apostoli. In termini di un insieme simbolico, pensa alla Trinità, o al concetto di Dio padre, Dio figlio, e Dio spirito santo come tre in uno. Il rosone era un modo per rendere concrete tali idee.

Con lo sviluppo dell’architettura gotica, così sono stati fatti molti progetti diversi per i rosoni. I progetti di spostamento spesso riflettevano i cambiamenti nei trafori. Uno dei primi tipi di rosoni è stato fatto con il traforo della placca, dove forme semplici erano racchiuse in uno spazio circolare. Queste finestre erano caratterizzate da un rivestimento in pietra spessa, spesso più prominente nel design rispetto al vetro stesso. Come suggerisce il nome, sembrano forme semplici sono state perforate da un piatto circolare. Molti rosoni avevano motivi simili a ruote. In questi progetti, il segmento della finestra più centrale ha una figura importante come la Vergine Maria o Cristo. I raggi radianti della ruota quindi contenevano figure inferiori. Alcune finestre avevano bordi esterni più elaborati di altre, mentre altre finestre sembravano intrecciate con una serie di raggi collegati più piccoli che formavano una ruota all’interno di una ruota. Altri rosoni incorporano archi trilobati , o archi a tre lobi sulla punta di ciascun raggio radiante, nel loro disegno.